Misurazione altezza

Utilizzata congiuntamente al peso, la statura o altezza (Body Height, BH) consente di valutare Ie dimensioni corporee. La combinazione di peso e statura nella forma degli indici pondero-staturali consente una prima valutazione obiettiva della malnutrizione per eccesso o difetto e delle turbe dell’accrescimento. Nel corso della vita è possibile registrare modificazioni di statura. I dati NCHS (National Center for Health Statistics) ne mostrano un incremento progressivo sino alla II decade di vita, in entrambi i sessi. La statura viene misurata con lo stadiometro (o altimetro), uno strumento costituito da una barra verticale incorporante un metro e da una barra orizzontale da portare a contatto con il punto più alto del capo. Lo stadiometro può essere fisso o portatiIe. Di seguito viene descritta la procedura di misurazione da utilizzare con lo stadiometro (quello comunemente utilizzato in clinica, e che io utilizzo nella mia attività professionale, è spesso incorporato nelle bilance a bascula ed elettroniche). Per la misurazione dell’altezza il soggetto è scalzo o indossa calze leggere. Dovrebbe inoltre indossare soltanto la biancheria intima, per consentire all’operatore di controllare la sua posizione rispetto alia barra di misurazione. I piedi del soggetto poggiano sull’apposita tavola formando un angolo di 60° e il peso è uniformemente distribuito su di essi. II capo si trova nel piano orizzontale di Francoforte (allineamento del punta più distale del margine dell’orbita sinistra col trago omolaterale) e Ie braccia pendono liberamente ai lati del corpo, con il palmo delle mani rivolto verso Ie cosce. Scapole e natiche devono essere a contatto con la barra di misurazione. Dopo che il soggetto ha effettuato un’inspirazione profonda I’operatore porta la barra verticale dello stadiometro a contatto con il punto più alto del capo ed effettua la lettura. Quest’ultima viene approssimata a 0.1 cm. La lunghezza supina è misurata al posto della statura sino ai 24 mesi di età e nei soggetti incapaci di mantenere la posizione eretta.